“Muore chi è gravemente malato”. Ma molti sono solo ipertesi