Quaderni, pile e shampoo “vietati”. Nei supermercati è caos acquisti