“Ora toglietevi la mascherina” Ma c’è la foto choc: cala il gelo

“Ora toglietevi la mascherina” Ma c’è la foto choc: cala il gelo

30 Ottobre 2020 Off Di Admin

Si è tenuta anche a Taranto, ieri sera a partire dalle ore 21, la manifestazione anti-lockdown contro l’ultimo decreto del Governo di Giuseppe Conte.

I cittadini si sono riuniti nella piazza centrale della città, piazza Immacolata, per poi proseguire verso il palazzo del Municipio. Come sappiamo, nell’ultimo dpcm ristoranti, pub e bar sono chiusi al pubblico a partire dalle ore 18 e poi sono concesse solo le consegne a domicilio. Chiusi, per ora fino al 24 novembre prossimo, anche le palestre ed i centri sportivi. Ma i titolari e i dipendenti di queste attività non ci stanno a queste nuove regole e anche nel capoluogo pugliese hanno deciso di scendere per strada a protestare.

Sul palco tante le voci che si sono alternate e il grido di protesta del pubblico era solo uno: “libertà”. Al microfono, inaspettatamente tra ristoratori e istruttori di fitness, anche un medico e ricercatore, Pasquale Bacco, in tour in tutte le piazze italiane con l’associazione “L’Eretico” fondata insieme al virologo Giulio Tarro e il magistrato antimafia Angelo Giorgianni. Bacco dall’inizio di questa epidemia è una voce fuori dal coro e lo è stato anche ieri a Taranto.

Le sue parole hanno creato molto scalpore anche tra gli stessi manifestanti. “Ci fanno tenere la mascherina che non serve a niente, ma se avessimo più dignità dovremmo buttarla.” ha dichiarato il medico legale che ha continuato rivolgendosi anche alle forze dell’ordine. “Anche vostra è la colpa perché non dovete fare le sanzioni, non è giusto e vi potete rifiutare” e, rivolto alla folla, il ricercatore ha detto: “Non ci credete quando vi dicono che sono costretti”.

Bacco ha poi concluso il suo discorso “con un messaggio di speranza”. Ha ricordato che “il virus si cura a casa” e invitato tutti a togliere le mascherine ad “abbracciarsi, fare l’amore e vivere perché solo questo è l’unico modo per uscirne”.

Ad aspettare il medico sotto il palco, però, un cittadino che con rabbia, come vedete nel video, si è avvicinato con la foto di un suo amico morto per Covid a soli 59 anni e “senza patologie”.

Ma non è finita per Bacco oggi l’ordine dei medici di Taranto ha fatto sapere, in una nota, che ha avviato “azioni volte ad acquisire le generalità del sedicente ‘medico’ che, nel corso della manifestazione ha proferito dal palco gravissime accuse nei confronti degli operatori sanitari impegnati in questa dura battaglia contro la pandemia, e sollecitato nell’uditorio comportamenti contrari alla tutela della salute individuale e collettiva.”. Ora per l’ordine “il gravissimo episodio sarà perseguito con gli atti dovuti e nelle sedi opportune”.