La giungla di Milano Centrale: spacciatori, islamisti, criminali

La giungla di Milano Centrale: spacciatori, islamisti, criminali

Chi lavora in stazione Centrale, a Milano, oggi avrà più paura di ieri. Ma di certo i negozianti, che ogni giorno ne vedono una, non si sono stupiti più di tanto nell’apprendere quanto accaduto ieri. Un militare è stato aggredito e pugnalato alla gola con delle forbici. A compiere la violenza nel nome di Allah è stato un immigrato irregolare con una bella fila di reati alle spalle. L’accusa è di tentato omicidio con finalità di terrorismo. (GUARDA IL VIDEO)

“Non siamo tranquilli – spiega un ragazzo che lavora in stazione – Quello che è successo al militare potrebbe succedere a noi ogni giorno”. Una negoziante ci racconta poi che “la tensione non c’è a seguito di quanto successo” perché – spiega – “la paura c’è sempre”. “Ogni giorno succede qualcosa: se non è un accoltellamento è una rissa”, aggiunge la giovane, consigliando di non far passare assolutamente i bambini qui in mezzo. “Piuttosto fate il giro largo dalla piazza”.

Paura a Milano Centrale: “Noi qui rischiamo ogni giorno”
Pubblica sul tuo sito
Degrado, insicurezza e criminalità hanno preso il sopravvento in Centrale da anni. Ma l’amministrazione Pd di Beppe Sala sembra non accorgersi che la situazione, qui, è fuori controllo. Basta farsi un giro per rendersi conto. Oggi, neanche 24 ore dopo l’aggressione al militare, il sangue è tornato a scorrere. Ancora qui. I protagonisti di questa violenza sotto gli occhi dei passanti sono due immigrati africani che si sono presi a bottigliate. Uno di loro, un nigeriano, è stato arrestato.

Ci si chiede dove il “modello Milano” tanto decantato dalla sinistra possa trovare qui buoni esempi. Concreti. Quanto accaduto ieri in pieno giorno, a pochi chilometri dal centro, dimostra una realtà di integrazione ben diversa. Come riporta La Verità, il capoluogo lombardo è la città italiana con più denunce per reati: 7,4 ogni cento abitanti. Solo lo scorso anno si sono registrati 150mila reati e 3.786 rapine. Inoltre, più di 10mila persone sono state denunciate e 2 tonnellate di droga sono state sequestrate.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.