Il selfie di Papa Bergoglio con la spilla “apriamo i porti”


La notizia è stata ripresa con toni entusiastici dal quotidiano della Cei Avvenire che scrive: “È successo quando don Nandino Capovilla, parroco a Marghera (Venezia), si è avvicinato a Papa Francesco nel corso dell’incontro sulle Migrazioni a Sacrofano. «Ha visto la spilletta che tenevo in mano e gliene ho spiegato il significato», racconta don Nandino. «Così Francesco l’ha presa e si è fatto scattare una foto tenendola in mano». C’è scritto: “Apriamo i porti!”. Al pontefice, riferisce il sacerdote Veneto, «la spilla deve essere piaciuta perché ha chiesto di tenere per sé quella con cui ci ha regalato l’emozione di questa foto»”.

Don Capovilla è uno di quei preti che si dà un gran da fare sul fronte dell’accoglienza. Quanto a papa Francesco, com’è noto da sempre è anche lui in prima linea nel difendere i diritti dei migranti e nel predicare il dovere cristiano della solidarietà verso ogni vita umana. Un conto è tuttavia il suo richiamarsi al Vangelo a tutela degli ultimi, tutt’altro conto è invece prestarsi ad operazioni di propaganda che non si addicono al suo magistero spirituale e che possono essere lette come un’ingerenza nell’acceso dibattito politico in corso.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.