Assolto l’immigrato che ha aggredito e picchiato le donne in stazione

Aboudel Manaf venne arrestato a Lecco il 9 settembre scorso con l’accusa di aver aggredito picchiato in un sottopasso due donne scelte a caso.

Era stato inchiodato dalla telecamera della stazione cittadina mentre prima spingeva giù dalle scale una ragazza di 18 anni e poco dopo colpiva in pieno volto una signora di 56.

A un mese di distanza i giudici del tribunale di Lecco hanno disposto il rilascio dell’immigrato di origini Togolesi.

Infatti, sottoposto a perizia psichiatrica, l’uomo è stato dichiarato non imputabile per totale vizio di mente.

Manaf soffrirebbe di una grave patologia mentale che già in passato lo aveva spinto a compiere altri crimini.

Alla lettura della sentenza si è scusato con le vittime. Al momento il togolese è ancora in carcere, ma verrà liberato nei prossimi giorni e trasferito nell’ex ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova, dove dovrà restare per due anni prima di essere rimesso in libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.