Ai “trafficanti” delle Ong non piace neanche il governo pro-migranti: “Muoiono lo stesso, come con Salvini”