di Gabriele Alberti – Non dovevamo trovarci in questa situazione. E’ un fallimento. Myrta Merlino inizia col botto la nuova puntata de L’Aria che tira, sventolando il foglio dell’autocertificazione, come simbolo della débacle del governo Conte. E’ il fallimento certificato. Sempre più critica nei confronti del governo per la gestione dell’emergenza coronavirus, Myrta Merlino prosegue con un’ ulteriore bordata. Il foglietto dell’autocertificazione documenta le lacune di questi mesi. L’esecutivo si è baloccato con i banchi a rotelle e i bonus monopattini, ma ha sottovalutato sciattamente una seconda ondata pandemica largamente prevista. Il tono della conduttrice è indicativo, visto che ogni mattina nel suo programma documenta una situazione fuori controllo frutto di approssimazione e sottovalutazione.

Myrta Merlino al governo: “Non dovevamo trovarci così”

“È incredibile che oggi parliamo di ospedali pieni, di file per i tamponi, di carenze di medici e infermieri e di tante persone in attesa della cassa integrazione”, ammonisce durante il suo intervento introduttivo. Dunque, sventola il foglio “fatidico”: “Ho di nuovo in mano l’autocertificazione…”. Già, torna il modulo da compilare per uscire di casa laddove vige il coprifuoco. “La vedete? L’avevo strappata ma è tornata, è l’autocertificazione. Non è andato tutto bene”. Dopo mesi che Conte e il suo governo si lodano e si incensano per essere stati un modello, i più bravi della classe, ora quel foglio rappresenta il momento della verità, l’autocertificazione della disfatta. Sentenzia la Merlino: “C’era modo di evitare tutto questo”.

Loading...

“State tutti a casa? Fatelo voi del governo”

A mettere in serio dubbio la bontà dell’operato del governo sulla doppia emergenza, sanitaria ed economica, non sono soltanto i rappresentanti delle opposizioni, che ad oggi inascoltati, avevano ragione su tutto. Crescono i dubbi di opinionisti e conduttori, virologi e costituzionalisti sulla gestione della pandemia da coronavirus, che in Italia ogni giorno che passa morde in modo più forte. La stessa Myrta Merlino mercoledì 21 ottobre aveva criticato aspramente il ministro della Salute Roberto Speranza. Il quale aveva invitato a restare a casa dal salotto di Floris a DiMartedì. Durissime le parole della conduttrice: “Speranza dice state tutti a casa. Io dico a voi che ci governate che è meglio se state tutti voi a casa”. E ancora: “Conte in questo momento oscilla tra il fare tutto da solo e il delegare a regioni e comuni – sottolinea -. Dall’altra parte, governatori e sindaci si lamentano ma poi non vogliono troppe responsabilità. Un pericoloso scaricabarile. La mia paura è che il barile finisca in mano agli italiani“, concludeva la conduttrice.

 

 

Leggi la notizia su Il Secolo D’Italia

Loading...