Sassari, tenta la rapina a un locale ma il titolare lo pesta a sangue

Sassari. Fratture multiple, escoriazioni ed oltre trenta giorni di prognosi: tanto è costato il tentativo di rapina (a mano armata, pare) ad un giovane, che evidentemente tutto si sarebbe aspettato ma non la reazione veloce e piuttosto accesa del titolare dell’attività commerciale presa di mira. Il giovane sarebbe dunque stato bloccato e poi sarebbero arrivati i Carabinieri che, dopo aver ascoltato il racconto dei testimoni, avrebbero il malvivente con l’accusa di tentata rapina. L’episodio è raccontato da La Nuova Sardegna e Repubblica e secondo il quotidiano si sarebbe verificato tra martedì e mercoledì 6 marzo al circolo “Il Ritrovo” di Predda Niedda.

Sarebbe normale – ha scritto La Nuova Sardegna – pensare che ad avere la peggio siano stati il gestore del circolo o le bariste che ci lavorano, magari aggrediti dal malvivente. E invece il volto tumefatto e il corpo dolorante, in questo caso, sono quelli del rapinatore. Il titolare del locale, infatti, lo ha pestato e poi ha chiamato i carabinieri che, dopo aver ascoltato il racconto dei testimoni, hanno arrestato il giovane con l’accusa di tentata rapina.”

Un episodio analogo, ma su un tentativo di furto in abitazione, si è verificato lo scorso Gennaio a Bordighera concluso con due uomini in fuga e un terzo picchiato a sangue. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.