Sanzioni e crisi energetica, l’ira dello Zar: “Colpa dell’Occidente”