“Quelle lesioni anche per i negativi” Così Covid “mangia” la pelle