Pesaro, marocchino appena scarcerato taglia la gola e uccide la moglie italiana nella sua abitazione


Terribile tragedia a Pesaro oggi poco dopo l’ora di pranzo.

Nella piccola frazione collinare di Novilara un 44enne marocchino con precedenti, ha prima tagliato la gola alla moglie (una 41enne italiana) all’interno della loro abitazione e poi è uscito di casa per andare a gettarsi dalle mura del borgo pesarese.

Una volta allertati i soccorsi l’uomo è stato trasportato in ospedale dove è deceduto poco dopo il suo arrivo.

Quando i carabinieri, ancora ignari del dramma che si era consumato poco prima, si sono recati nell’abitazione della famiglia per avvisare i familiari di quanto accaduto hanno fatto la terribile scoperta.

Dalla finestra della casa hanno visto la donna a terra riversa nel sangue, uccisa probabilmente con dei coltelli da cucina.

I funzionari dei servizi sociali del comune sono riusciti ad intercettare i due figli della coppia prima che rincasassero mentre stavano rientrando da scuola.

Come rivela l’agenzia di stampa Dire, l’uomo era uscito dal carcere lo scorso novembre dopo che a febbraio, a seguito dell’ennesima lite violenta con la moglie, gli erano stati revocati i domiciliari.