Paura a Foggia: africano gira armato d’ascia e aggredisce anche i poliziotti

Paura a Foggia, dove un africano di 38 anni se ne andava in giro brandendo un’ascia con fare minaccioso. I cittadini hanno quindi chiamato le forze dell’ordine, che a loro volta sono state aggredite. L’uomo, ghanese con regolare permesso di soggiorno, è stato arrestato.

Paura in strada a Foggia

Giunti sul posto segnalato dai cittadini, via Cerignola, gli agenti della Polizia di Stato di Foggia, del Reparto Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine Campania hanno subito individuato l’uomo, di grossa corporatura. Il ghanese improvvisamente si è scagliato verso di loro armato dell’ascia, ma per fortuna i poliziotti sono riusciti a schivare i colpi. Vista la situazione molto rischiosa, hanno chiesto l’intervento di un’altra pattuglia e nel contempo hanno tentato di instaurare un dialogo per convincere l’uomo ad abbandonare l’arma. Un tentativo che, però, non ha dato risultati: il ghanese ha continuato a inveire e a rendersi pericoloso, oltre che per i poliziotti, anche per gli automobilisti che passavano.

L’africano si scaglia con l’ascia contro gli agenti

Gli agenti, quindi, non senza difficoltà, lo hanno boccato dalle spalle e lo hanno ammanettato. Giunti in Questura

, lo straniero ha continuato ad inveire e ha scagliato uno scarpone contro i vetri dell’ufficio danneggiandoli. L’uomo, con permesso di soggiorno, è stato arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Prima del lockdown un caso simile si era registrato anche nel Mantovano (la foto che illustra il pezzo si riferisce a quell’episodio).