Parla il medico dell’ospedale Sacco di Milano: «Attenti, la situazione può diventare esplosiva»