Nel 1921 quest’uomo scrisse dei diari in cui diceva di aver vissuto nel 3906, raccontando dettagli sul nostro secolo