Muore bimbo di 2 anni in auto. Meloni: da madre provo rabbia, la legge sui seggiolini poteva salvarlo

Un bimbo di appena due anni è morto oggi dopo essere stato dimenticato, per oltre 5 ore, in macchina, dal padre. E’ accaduto a Catania. Per il piccolo non c’è stato niente da fare. A dare l’allarme è stata la madre del bambino che era andata al nido a prendere il figlio senza trovarlo. Quando ha chiamato il marito, che lavora all’Università nel settore amministrativo, l’uomo è corso ma per il piccolo era troppo tardi.

A portare il piccolo al Pronto soccorso è stato proprio il papà che poco prima aveva ricevuto una telefonata dalla mamma del bambino che chiedeva come mai non fosse all’asilo. A quel punto il papà si è reso conto della tragedia ed è corso all’auto lasciata nel parcheggio in mattinata. Il piccolo, privo di conoscenza, era seduto sul suo seggiolino. Inutile la corsa disperata in ospedale che si trova proprio accanto al dipartimento di Ingegneria.

“Non siamo riusciti a salvare la vita all’ennesimo bambino di due anni morto soffocato per essere stato dimenticato in auto da un genitore – ha detto Giorgia Meloni commentando la tragedia di Catania – Non ci siamo riusciti nonostante una legge approvata quasi un anno fa, su mia richiesta, che imponeva di dotarsi di dispositivi di sicurezza per impedire altre tragedie. Non ci siamo riusciti perché il decreto attuativo della legge non è mai stato emanato, e dunque la legge non è mai entrata in vigore. Non ci siamo riusciti perché, probabilmente, rispetto a salvare la vita a un solo bambino c’erano priorità più redditizie a livello di consenso. Da madre provo una grande rabbia, da politico un terribile senso di impotenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.