Lite Gruber-Salvini in tv: «Al mare in mutande con la pancetta, poco stile». E lui: «Omo de panza…»

«Non potevo andare avanti a governare con degli incapaci che dicevano solo e soltanto no dopo elezioni europee. Dopo il voto sono impazziti e hanno cominciato a bloccare tutto». Matteo Salvini attacca M5S e Luigi Di Maio a “Otto e Mezzo” (La7), con una serie di scambi vivaci con la conduttrice, Lilli Gruber.

«Anche Di Maio è incapace?», chiede la Gruber.
«Ha lasciato 170 crisi aziendali aperte al ministero del Lavoro e si è trasferito agli Esteri», risponde Salvini.
Poi tocca a Danilo Toninelli, ex ministro dei Trasporti. «Per un anno mi hanno detto anche che era intoccabile, perché era un saggio – dice Salvini -. Poi una volta fatto il nuovo governo è stato il primo a essere trombato».

Salvini non risparmia nemmeno Virgina Raggi, sindaca di Roma. «Se andasse a casa domani mattina, farebbe un servizio a se stessa e ai romani», dice l’ex ministro dell’Interno. Ma è quando scorrono i titoli di coda che avviene lo scambio più vivace tra i due. La Gruber gli chiede ironicamente: «E’ contento che non deve girare più da ministro dell’Interno in mutande per le spiagge italiane come questa estate?».

Salvini risponde stizzito e un po’ sorpreso. «Perché in mutande? Ero in costume. Ma lei in spiaggia va con lo smoking o in costume?». La conduttrice lo accusa di aver fatto comizi in spiaggia.
«È una questione di stile – rincalza la conduttrice – Sa, la forma è sostanza».
«Quando tornerò a fare il ministro dell’Interno, la deluderò – ribatte Salvini – Tornerò in spiaggia a Milano Marittima, dove vado da anni in vacanza con mio figlio, in costume da bagno».
«Magari senza la pancia», rilancia la Gruber.
E Salvini non molla: «Omo de panza – chiude – omo de sostanza».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.