Il terrorista islamico che ha decapitato il professore era un “rifugiato” con regolare permesso di soggiorno