Il delirio della “suora sardina” arruolata dalla sinistra: «C’è un pericolo nazifascista»