Gerry Scotti, “Ricoverato ed attaccato ai macchinari”: la confessione da strazio