Dpcm, i ristoratori stracciano le tessere del Partito Democratico: “Addio, ormai non siamo più liberi”