Dopo 106 giorni Conte e Di Maio si sono decisi a liberare i pescatori. Meloni: “Incapaci, la Turchia ci ha messo 5 giorni”


 

Pescatori italiani liberi dopo un’odissea durata 106 giorni, un lungo sequestro in Libia. Un caso che imbarazza il governo, che ci ha messo tempi biblici a risolvere questa situazione. E così, dopo l’affondo di Matteo Salvini contro l’esecutivo, ecco che anche Giorgia Meloni passa all’attacco. Lo fa su Twitter, dove posta una foto di Nicola Zingaretti, Luigi Di Maio e Giuseppe Conte, i tre principali volti dell’esecutivo giallorosso. Sopra la foto, la scritta: “Forse oggi questo governo di inetti, dopo 106 giorni, riuscirà a liberare i nostri pescatori trattenuti in Libia”. Dunque, le parole scritto di proprio pugno dalla leader di Fratelli d’Italia: “Dopo 106 giorni oggi forse il Governo riuscirà a liberare i nostri pescatori trattenuti in Libia – premette -. La Turchia per i suoi ci ha messo 5 giorni. Speriamo che questa vergogna finisca e nessuno abbia l’indecenza di vantarsi di aver liberato i nostri pescatori con 100 giorni di ritardo”, conclude un’inappuntabile Giorgia Meloni.