Carabiniere resta invalido tentando di difendere una donna dal marito violento: chiesto il risarcimento


 

Una donna è stata dovrà risarcire l’Arma dei Carabinieri dopo un episodio di violenza da parte del Marito
(IMMAGINI DI REPERTORIO) Salerno – La storia è raccontata dal Mattino di Napoli. Quarantamila euro di risarcimento è la somma richiesta alla donna, oggi vedova di un marito violento, tossicodipendente e con problemi psichiatrici, che nel 2016 la costrinse a chiedere aiuto e rifugio alla locale caserma dei Carabinieri.

Proprio qui, il marito, seguendola, massacrò di calci e pugni un carabiniere che tentò di frapporsi.

Adesso però sarà la donna, una vedova e con figli a carico a dover rispondere, economicamente, dei danni del marito.

Il suo avvocato ha scritto una lettera al ministero dell’internochiedendo se “una donna oltre ad aver rischiato la propria incolumità, debba anche rimborsare lo Stato che ha il dovere di soccorrerla e tutelarla”.

Il Carabiniere venne colpito con calci e pugni al basso ventre dal marito violento della donna, il quale finì subito arrestato, mentre il carabiniere, massacrato di botte, fu ricoverato in ospedale.

Da quell’episodio, spiega il quotidiano campano, riportò un danno biologico permanente pari al 6%.

 

sostenitori.info