Cara Pellegrini, non ce ne frega nulla dei tuoi progressi contro il Covid