Armi e droga nella borsetta: arrestate due donne a Termini

Nel pomeriggio di lunedì, due ragazze di 22 e 24 anni sono state arrestate nella stazione di Roma Termini dalla polizia di Stato Compartimento Polfer con le accuse di resistenza, lesioni e porto abusivo di armi.

Gli agenti, durante il consueto servizio di vigilanza, sono stati contattati dal personale di Protezione aziendale che aveva segnalato la presenza di due donne nell’atrio biglietteria che, con atteggiamento provocatorio, infastidivano i viaggiatori.

I poliziotti sono, così, subito intervenuti avvicinandosi alle donne per identificarle. Una di esse, con fare alquanto sospetto, stringeva a sé la propria borsetta senza mai lasciarla. Il suo comportamento non è passato inosservato tanto che gli agenti hanno deciso di effettuare un controllo più approfondito.

Nell’accessorio custodito tra le braccia della giovane, le forze dell’ordine hanno rinvenuto una riproduzione di pistola automatica con propulsione a gas priva del tappo rosso, un contenitore in plastica di palline, un coltello multiuso con più lame e della sostanza stupefacente tipo marijuana del peso lordo di 0,80 grammi.

Vistesi scoperte, le ragazze hanno provato a divincolarsi prendendo a calci e pugni il personale operante. Nonostante le botte ricevute, i poliziotti sono risusciti a portare le giovani negli uffici per tutte le procedure del caso. Al termine del loro prezioso lavoro, gli agenti si sono fatti medicare delle lievi contusioni riportate nella colluttazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.