Zigomi rotti e costole a pezzi: il massacro dei poliziotti