«Vogliamo i soldi per il Covid-19, basta fascismo»: i rom in corteo per battere cassa (video)


Rom e sinti hanno deciso di battere cassa per il Covid-19 e sono scesi in piazza rivendicando di avere “diritto al bonus economico e alimentare”. È successo ieri a Firenze, dove il Consiglio nazionale Rom Sinti Caminanti e l’Associazione Nazione Rom hanno promosso un corteo, non senza cavalcare l’onda lunga delle piazze antirazziste di questi ultimi giorni. “Basta razzismo, fascismo, nazismo”, era la scritta che campeggiava sullo striscione di testa del corteo. Più in piccolo vi si intimava: “Consegnate i buoni economici e alimentari”.

“Roba da matti”: la reazione dei cittadini increduli

Il corteo ha sfilato per le vie centrali della città, tra commercianti e cittadini increduli.”Ci servono soldi. Senza mangiare, senza acqua. Vogliamo i soldi!“, erano le grida che, tra risate sguaiate, si levavano dallo spezzone di corteo animato da un gruppo di donne con gonnellone e foulard. “Roba da matti!”, è stata invece l’esclamazione di un cittadino che ha ripreso la scena, poi rilanciata sulla sua pagina Facebook da Valerio Benito Limido, esponente romano della Lega.

Le beffe delle donne rom

Nel breve filmato si vedono le donne farsi chiaramente beffe dell’uomo, il quale in più occasioni si è lasciato andare a commenti non esattamente benevoli e certamente non politicamente corretti, accompagnati da un evidente senso di stupore per quello che stava accadendo. A quanto riferisce La Nazione, però, pare che il cittadino non fosse l’unico a provare disagio per quel corteo. Il quotidiano fiorentino spiega infatti che la manifestazione, giustificata dai promotori col fatto che “la situazione determinata dal Covid-19 ha generato un quadro di assoluta emergenza sociale”, “ha suscitato lo sdegno di diversi commercianti con esercizi affacciati sulle vie attraversate dalla manifestazione e che, riferiscono, ‘stanno lottando con le unghia e con i denti’ per tenere in vita la propria attività. ‘Assurdo tutto questo‘, la loro reazione”.