Turisti asiatici insultati: “Andate a tossire a casa vostra”


“La mamma degli imbecilli è sempre incinta”, recita un antico adagio sempre molto attuale. Pensate a cosa è accaduto nelle ultime ore nel pieno centro di Firenze, sul lungarno della Zecca Vecchia: un uomo, col suo telefonino in mano, ha ripreso due turisti asiatici che camminano e li ha ricoperti di insulti. Il motivo? Ci portano la malattia (ovviamente il coronavirus). Ecco cosa gli ha vomitato in faccia: “Schifosi, sudici, andate a tossire a casa vostra, fate schifo, ci infettate tutti”. In poco tempo il video, molto più del virus, è diventato virale. Qualcuno però avanza il sospetto che possa trattarsi di un fake: l’audio con gli insulti potrebbe essere stato montato ad arte sopra le immagini. Cambia poco, l’effetto è lo stesso.

Il caso è stato sollevato da Angelo Hu, coordinatore regionale di Associna, che sulla propria bacheca Facebook ha scritto: “Da fiorentino e italo cinese, questo video mi ha fatto male come non pochi, Firenze è la città che amo e non può tacere di fronte a questi esempi di becera ignoranza. L’ignoranza non passerà. Non è facile essere italo-cinese in questi giorni. Ciò che mi ha fatto più male di quel video è che quelle ingiurie sono rivolte a persone linguisticamente indifese, che non conoscendo l’italiano non possono nemmeno rispondere”.

Cristina Giachi, vicesindaco di Firenze, è sgomenta: “Mamma mia, Firenze non è certo questa. Questa è solo ignoranza abissale, vergognosa. Sarebbe bene commentare questi video violenti, criticarli, ma non rilanciarli: fanno il gioco di chi li fabbrica e del linguaggio d’odio”.

[videopress 4YnEcYx3]