“Trovata un’arma che blocca il motore del coronavirus”: come un cristallo, gli scienziati studiano un nuovo inibitore