Sputi e insulti ai passeggeri del treno: “A voi negri non controllano perché siete colorati”

“Ha fatto il biglietto? Fammelo vedere”. A parlare è il passeggero di un treno regionale Milano Centrale-Verona.

L’uomo si rivolge a un altro viaggiatore, un ragazzo di colore. “Hai fatto il biglietto? Negro del ca…o. Io l’ho pagato, a voi non lo controllano perché siete colorati”, continua l’uomo, imporvvisandosi un controllore. “Perché dovrei mostrarlo a te?”, risponde il giovane.

A raccontare la scena una studentessa 24enne, Delia Piavani, che ha ripreso tutto con il suo smartphone e denunciato l’accaduto su Facebook. “Avevo le cuffie e stavo guardando una serie tv ma in sottofondo sento una persona imprecare. Le tolgo ed esattamente dietro di me nell’area dove ci sono le porte del treno sento che un uomo tra insulti razzisti vari (anche in bergamasco come si può sentire) chiede insistentemente il biglietto ad un ragazzo di colore, che io non vedo perché resta dietro al mio sedile”, spiega la ragazza.

L’uomo, spiega ancora la 24enne, sostiene che la maglietta verde sia la sua divisa e accusa il ragazzo di non avere il biglietto. “L’uomo se la prende anche con un altro nero – continua il racconto -: una spintonata, uno sputo, parolacce. ‘Questo è il mio treno. Hai il biglietto?’. Arriva il controllore e gli dico quanto accaduto. La sua risposta: ‘Sì, ogni giorno è sempre peggio, mi spiace'”.

“Tengo a precisare – conclude la giovane – che quel ‘signore’ era perfettamente lucido, la sua frustrazione veniva sfogata così, nel modo più orribile, vederlo con i miei occhi mi ha scossa molto, sono scesa da quel treno con tanta rabbia, frustrazione e nausea e sensazione di impotenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.