Sondaggio: sprofondo “rosso” per Pd, M5s e Italia Viva

Sondaggio: sprofondo “rosso” per Pd, M5s e Italia Viva

5 Febbraio 2020 Off Di Admin

L’ennesimo sondaggio che fa spaventare i giallorossi. Anche secondo la recente rilevazione di Ixè per Cartabianca inchioda la maggioranza: tutte le forze di governo perdono consensi, sintomo che gli italiani non credono (più) nella solidità di questo (scricchiolante) esecutivo, capace di mettere insieme – tra M5s, Pd, Italia Viva e Leu – appena il 41% dell’elettorato.

Ma veniamo ai numeri. Quelli raccolti dal sondaggio dell’istituo demoscopico per il programma di Bianca Berlinguer su Rai Tre raccontano una storia ben nota: il centrodestra unito è maggioranza nel Paese e tocca il 47,4% degli orientamenti.

Spacchettando il dato, la Lega di Matteo Salvini perde ancora qualcosa (lo 0,2%) ma attestandosi al 28% tondo-tondo delle preferenze traina la coalizione e si conferma come primo partito del Belpaese.

Continua l’ottimo momento di forma per Fratelli d’Italia: la formazione fondata e guidata da Giorgia Meloni guadagna lo 0,4%, toccando il 12,4%.

Dunque, dopo Carroccio e FdI, ecco Forza Italia: gli azzurri di Silvio Berlusconi tengono e con il 7% rappresentano una realtà imprescindibile per lo schieramento.

Venendo al centrosinistra, il Partito Democtatico no può certo gioire. Si, perché i dem calano di due decimi di punto e scendono sotto la cosiddetta soglia “psicologica” del 20%: il Pd, infatti, si ferma al 19,8%.

Male, sempre male, il Movimento 5 Stelle. La compagine pentastellata crolla dello 0,7% e passa in una manciata di giorni dal 15,9% al 15,2%. E i grillini, ormai, temono di essere superati da Fratelli d’Italia.

Oltre al M5s, chi è in crisi nera, per non dire nerissima, è Italia Viva. Matteo Renzi non può che essere preoccupato visto che Iv perde ancora punti (lo 0,4% per l’esattezza) e crolla al 3,2%. I renziani, peraltro, sono tallontati da vicino da +Europa di Emma Bonino, data al 3%.

Dietro ai Radicali ecco La Sinistra al 2,8% (-0,1) ed Europa Verde al 2,4%. Non riesce a spiccare il volo Azione: il neonato partito di Carlo Calenda non va oltre l’1,6%. Infine, allo 0,8% c’è Cambiamo! di Giovani Toti. Indecisi e astenuti, invece, rimangono maggioranza: crescono dello 0,7% e rappresentan il 36,8% del bacino elettorale.

Il sondaggio sul governo

Il campione intervistato da Ixè non crede nella solidità dell’esecutivo. E infatti alla domanda “Ritiene che l’attuale maggioranza di governo sia solida?”, il 30% ha risposto “per niente”, mentre il 45% ha risposto “poco solida”. Appena il 2% invece, la ritiene “molto solida”, mentre per il 17% lo è solo “abbastanza”. Giuseppe Conte & Co. dovrebbero iniziare a farsi delle domande. E magari darsi anche delle risposte…