Sabrina Ferilli: “Salvini un politico da bar”. Lui replica: “Lo hai mai visto un campo rom?”

Sabrina Ferilli: “Salvini un politico da bar”. Lui replica: “Lo hai mai visto un campo rom?”

7 Settembre 2020 Off Di Admin

Un duro botta e risposta tra Sabrina Ferilli e Matteo Salvini. A iniziare è l’attrice che, ospite alla festa del Fatto Quotidiano a fianco di Andrea Scanzi, si è sentita legittimata ad attaccare il leader della Lega. “Se rivoterei Virginia Raggi? Non c’è stato un tracollo di Roma ma Roma si è spenta e questa è responsabilità di chi governa”. La Ferilli esordisce già con una contraddizione: punta il dito contro chi governa ma non contro la Raggi che governa la Capitale. Insomma, qualcosa non torna. Ma la Ferilli non finisce qui: “Le strade non è vero che sono tutte a posto. Io abito in Prati che è un delirio. Certo era così anche prima di lei. Il problema dell’immondizia non è la prima volta che lo vedo, anzi. C’è voglia di rimetterla in piedi. Ad ogni modo direi che ad oggi non ho motivi per cui non rivotarla”.

Ecco poi la frecciatina non richiesta al numero uno del Carroccio: “La destra italiana è peggiorata con Salvini. […] Oggi il politico, per rimanere in carica, va dietro al voto e questo crea un cortocircuito enorme. E cosa fa per essere eletto? Si mette in contatto con l’aspetto più nero del popolo che non ha mai sdoganato nessuno, così lui è il più fico e catalizza tutta l’attenzione su di sé. Cosa non si era mai detto? Che le persone di colore devono venire dopo gli italiani e che non è vero che siamo tutti uguali? Bene. Lui lo dice e apre questa crepa. Oggi al 70% c’è una politica fatta in questo modo. Il politico non rappresenta nessuno, non è preparato, si propone così… In base a quello che le persone dicono al bar. Una responsabilità enorme!”.