Roma Termini, immigrato scatena l’inferno: lancia pietre contro gli agenti della Polfer e li aggredisce

Un immigrato di origini africane, trovato senza biglietto, ha aggredito gli agenti della Polfer alla Stazione di Roma Termini. Il personale aziendale aveva già individuato l’uomo a bordo di un Freccia Rossa in servizio da Napoli a Venezia. Aveva un biglietto non valido. Alla richiesta di allontanar si dall’area protetta, ha inveito contro gli addetti, che hanno richiesto l’intervento di PolFer.

L’uomo si è scagliato anche contro gli agenti intervenuti, che l’hanno comunque allontanato dall’area protetta. Si è poi presentato ai varchi con un biglietto (Roma Termini – Roma Tiburtina) valido. Il personale dei gate (che lo ha riconosciuto) lo ha fatto entrare avvisando la Protezione aziendale, che lo ha scortato verso i binari 1 e 2 est. Lì l’uomo è riuscito a far perdere le proprie tracce. Poi è stato trovato in corrispondenza del marciapiede tra i binari 10 e 11.

Alla richiesta del titolo di viaggio, ha inveito con gli addetti di protezione aziendale che hanno richiesto nuovamente l’intervento PolFer. Con gli agenti è nata una colluttazione. L’immigrato, nel tentativo di sottrarsi al fermo, è sceso sulla massicciata del binario 10 di Roma Termini da dove ha lanciato delle pietre contro PolFer e Protezione Aziendale. Gli agenti l’hanno immobilizzato nonostante lui opponesse resistenza colpendo gli agenti con pugni e calci.

Nessun altro passeggero è rimasto coinvolto.

Roma Termini nelle mani di immigrati e rom

Nelle mani di immigrati e rom. Tutta la zona della Stazione Termini è a rischio. I cittadini lo denunciano da tempo. I carabinieri continuano la loro azione di controllo che si estende fino a piazza dei Cinquecento. L’obiettivo è prevenire ed arginare situazioni di degrado, abusivismo e illegalità diffusa, Ma soprattutto identificare soggetti pericolosi.

Le cronache sono piene di furti e aggressioni. Quello che accade quasi ogni giorno è incredibile. I carabinieri, alcune settimane fa, hanno sorpreso due cittadini stranieri, un senegalese di 20 anni e un marocchino di 59. Senza fissa dimora, disoccupati e con precedenti.

Erano sulla banchina della metropolitana della fermata Stazione Termini, della linea A. Tentavano di derubare alcuni passeggeri, intenti a salire sui vagoni. Denunciati invece tre cittadini stranieri. Si tratta di un cittadino dell’Iraq di 48 anni; un polacco di 40 e un senegalese di 37. Tutti disoccupati e con precedenti. Due di loro senza fissa dimora, per inosservanza del ”Dacur”. Ma sono solo alcuni esempi. La lista è infinita.