“Regioni chiuse e porti aperti”. I migranti invadono la Sicilia