Presepe “covidiota” e blasfemo a Cosenza: lettino medico al posto della mangiatoia, Giuseppe e Maria con mascherina


 

Presepe “covidiota” a Cosenza. Un lettino medico al posto della mangiatoia, Maria e Giuseppe con la mascherina. Scrive Andrea Sartori, giornalista di L’Informatore Vigevanese su Facebook:

“Presepe a Cosenza, foto passatami dalla sorella di Fede Marisa Spinella. Voi non avete idea di quale dolore mi provochino immagini come questa. È come assistere al pestaggio di una persona cara. E non credo sia solo l’essere credente. Stanno letteralmente facendo a pezzi immagini della nostra infanzia, immagini dolci, di speranza, di gioia. No, qui c’è qualcosa di profondamente malvagio. Non è solo una cattiva gestione, c’è qualcosa di maligno. Come è maligno colpire in maniera così feroce l’infanzia e i nonni.