Monza, straniero ruba portafoglio in ospedale: 2 italiani lo inseguono e lo pestano a calci e pugni, denunciati


 

Una rissa in un’ospedale, il San Gerardo. Al reparto Malattie infettive. Condita da offese razziali, un coltello e un furto. Incredibile quanto accaduto l’altro pomeriggio all’ospedale di Monza. Qui si ritrovano due italiani, di 28 e 42 anni, venuti a sottoporsi a una terapia Una cosa abituale, ma la sorpresa va in scena poco dopo. I due stanno camminando su un marciapiede all’uscita del reparto quando incrociano un anziano africano, un 73enne di origini ghanesi.

Tutti e tre sul marciapiede angusto non possono starci e ne scaturisce una lite. I due più giovani pretendono che l’anziano si faccia da parte e lo insultano con epiteti razzisti facilmente intuibili. Spinte, pugni e calci, di cui fa le spese l’africano. Terminata la lite, i due italiani si accorgono di aver perso nella colluttazione il portafogli con dentro 160 euro. L’africano nel frattempo è fuggito all’interno dell’ospedale, dove viene raggiunto dai due italiani che, sfoderando un coltellino, lo minacciano sostenendo di essere stati appena derubati. A impedire conseguenze peggiori ci pensa una Volante inviata dalla Questura.

L’africano continua a discolparsi e anzi afferma di essere stato aggredito senza motivo, ma i poliziotti gli notano però addosso una budsta di plastica: dentro ci sono i suoi documenti, ma anche i 160 euro spariti dal portafogli dei due italiani. Alla fine, dopo 4 ore, il ghanese sarò costretto ad ammettere le proprie responsabilità. Verranno denunciati tutti e tre per rissa. E il ghanese, che riporta ferite guaribili in 15 giorni, anche per furto.