Milano, paga due pizze 10mila dollari: il ‘regalo’ del manager nel locale dei ragazzi autistici


 

Ha pagato il conto con un bonifico. Ma al momento di inserire la cifra ha decisamente “esagerato” con gli zeri. È arrivato in anticipo il Natale per “PizzAut”, la pizzeria di Cassina de’ Pecchi che è parte di un progetto di inclusione sociale che dà lavoro a ragazzi affetti da autismo.

A vestirsi da Babbo Natale, sabato a pranzo, è stato Mauro – manager di un’azienda americana con sede a Pessano con Borgano – che ha deciso di pagare due pizze la bellezza di 10mila euro.

Dopo aver pranzato al food truck di PizzAut – che a febbraio aprirà un ristorante vero e proprio a Cassina, al momento “bloccato” dall’emergenza covid -, l’uomo ha infatti deciso di effettuare una donazione al “laboratorio”, in cui evidentemente crede.

Nico Acampora, presidente e fondatore del gruppo, ha voluto ringraziare il dirigente con un post sulla pagina Facebook della pizzeria pubblicando un video in cui i due brindano insieme. “Ha deciso di sostenere PizzAut con una donazione di 10mila euro – racconta Acampora -. Mauro e Martina sono venuti oggi a mangiare la pizza e hanno pagato due pizze 10mila dollari. Noi brindiamo alle aziende che decidono di investire nelle persone, nel sociale e che – ha concluso – credono in PizzAut e nei nostri ragazzi”.

milanotoday.it