Milano, l’infinita fila per un pasto caldo: “Immagini che fanno impressione”. Video


Tutti in fila. Tutti in attesa per un pasto caldo. È stato un weekend di super lavoro quello di Pane Quotidiano, l’associazione che da anni offre del cibo a chi non può permettersi neanche quello. A raccontarlo, a mostrare il dramma che ogni giorno si consuma a Milano, è un video girato sabato mattina fuori dalla sede di viale Tibaldi e poi condiviso sui social, dove è immediatamente diventato virale.

Le immagini lasciano pochissimo spazio ai dubbi: l’infinito serpentone si snoda in viale Toscana e punta verso Castelbarco. In coda ci sono donne e uomini, giovani e meno giovani, che sono lì soltanto per avere un pasto caldo. È una “immagine che entra in testa e nel cuore e poi sta lì, in fissa”, ha scritto la donna che quel video lo ha girato e condiviso.

“Fa impressione, quel video effettivamente fa impressione anche a noi”, il commento di Pier Maria Ferrario, presidente di “Pane quotidiano”. Sabato nel centro di viale Toscana, ha spiegato, sono stati distribuiti 1.700 pasti e lo stesso, o forse di più, è stato fatto nel centro di viale Monza. “È così tutti i giorni, i nuovi poveri stanno aumentando, c’è qualcosa che proprio non funziona. Abbiamo una grande fortuna noi, decine e decine di aziende ci aiutano con prodotti di primissima qualità. Dopo 120 anni c’è molta fiducia in noi. Abbiamo roba per tutti. L’unico problema – ha concluso – è che non abbiamo sovvenzioni pubbliche. Ma per ora reggiamo”.