“Mi hanno tolto la casa e il figlio: costretto a diventare nomade nel mio Paese”