Mattarella lascia tutti basiti anche per la festa del 2 giugno: in cima ai suoi pensieri non gli italiani in difficoltà ma i nuovi “eroi” mediatici: i profughi Ucraini