Maria Giovanna Maglie, discoteche chiuse e il sospetto su porti e comizi: “Prove volgari di dittatura”