Maestra positiva al virus: 112 bimbi in isolamento


Una maestra contagiata e 112 bambini in quarantena: questa la situazione ad Arezzo, nel cui territorio ora si conterebbero sei casi di Coronavirus.

A essere interessati dalla misura anche 7 adulti, probabilmente le colleghe più strette della scuola elementare Montebianco. La docente, dopo essere rientrata da un viaggio anche in Emilia-Romagna, avrebbe iniziato ad accusare uno stato influenzale: proprio il racconto dei suoi spostamenti ha fatto scattare l’allarme, culminato con il tampone risultato poi positivo. Il preside Sauro Tavarnesi si è attivato tempestivamente per predisporre e consegnare elenchi specifici che hanno riguardato non solo “i contatti stretti e diretti come la sua classe”, ma anche quelli indiretti come le classi della stessa scuola, coloro che frequentano la mensa, il personale amministrativo degli uffici e il personale Ata. Nel caso specifico dunque si passa dalla sospensione delle attività didattiche alla chiusura vera e propria.

Il dirigente ha confessato di essere rimasto sorpreso dalla notizia: “Non ce l’aspettavamo, comprensibile la ricerca di notizie da parte dei genitori, con i quali abbiamo parlato e che ho cercato di tranquillizzare. Attendo anche io di sapere come mi devo comportare”.

Le misure

Intanto il sindaco ha annunciato che nei prossimi giorni si procederà con la “sanificazione della singola scuola e della parte degli uffici centrali che lei frequentava”. Era stato chiesto di estenderla anche agli altri plessi dell’Istituto comprensivo Vasari, ma il primo cittadino ha spiegato: “Non lo abbiamo ritenuto necessario”.

Dopo che la Asl ha ricostruito e stilato la scala dei contatti, il Comune si è messo subito al lavoro per predisporre e per inviare le ordinanze di quarantena a ogni persona che è stata coinvolta direttamente: la procedura in questione consiste anche in un contatto telefonico attraverso cui vengono fornite e spiegate tutte le indicazioni del caso. Si sono attivate anche sia la segreteria del sindaco sia quella dell’assessorato al sociale.

Come riportato da La Nazione, ad Arezzo ci sarebbe anche un sesto contagio: si tratterebbe di un ragazzo di 25 anni appassionato di ballo, che sarebbe rimasto infettato nel corso di una serata di danza a Chianciano, in provincia di Siena, dove già si erano verificati altri casi. A riferirlo sono state fonti sanitarie. Probabilmente anche la maestra è una appassionata di ballo e potrebbe aver contratto il contagio a causa delle frequentazioni anche durante una serata in Emilia-Romagna, nello specifico nella zona di Ravenna.