Lucarelli ancora contro Salvini: “Bivacca dove altri lavorano e arriva col barcone. Lo avrei rimandato indietro”


Forzare una battuta per risultare simpatici nel mondo del web. Selvaggia Lucarelli oggi su Facebook ha cercato di ironizzare a tutti i costi su Matteo Salvini in visita alla Mostra del cinema di Venezia.

Il leader della Lega, che si trovava nel Veneto per la campagna elettorale in vista delle imminenti elezioni regionali, ha deciso di concedersi qualche ora di relax in Laguna per assistere alla proiezione del film Padrenostro di Claudio Noce, in concorso al festival. La sua presenza ha destato più clamore di quanto realmente necessario, e nel calderone delle battute e provocazioni si è inserita anche Selvaggia Lucarelli con il suo post di Facebook.

“Non è veneto, non ha a che fare col cinema quindi va a bivaccare dove gli altri lavorano, arriva su un barcone. Io l’avrei rimandato indietro, invitandolo ad andare a Malta”, ha scritto la giornalista del Fatto Quotidiano, irridendo una delle storiche battaglie della Lega contro l’immigrazione clandestina incontrollata nel nostro Paese. Una polemica, quella di Selvaggia Lucarelli, che nasce sulla scia delle parole di Pierfrancesco Favino alla vigilia della proiezione del film, di cui è protagonista e co-produttore. “Non l’abbiamo invitato”, ha affermato l’attore a poche ore dall’arrivo di Matteo Salvini in Laguna, avviando la polemica contro il leader della Lega parlando di impossibilità di manipolazione della trama: “Se devo ragionare in termini di manipolazione, non credo che questo sia un film che dia questa possibilità, non è manipolabile”.

Come spesso accade, il post di Selvaggia Lucarelli ha raccolto in breve tempo numerosi like e commenti, la maggior parte dei quali attingono da un certo bacino di utenti tra i quali la giornalista risulta popolare. Ovviamente, non mancano le critiche nei confronti della Lucarelli, la cui ironia, di solito pungente e sagace, appare forzata. “Non amo Salvini ma sai quanti non veneti e che non c’entrano per niente con il cinema e insignificanti hanno sfilato tra ieri e oggi sul red carpet? Dai su puoi fare di meglio che azzannare sempre gli stessi personaggi!”, si lamenta una sua seguace. Sono diversi i commenti di questo tenore, tra i quali: “Nn sai più cosa scrivere…. sei pesante !!!! “, “Al festival del cinema, non vanno solo i veneti, e non solo attori, ma anche cantanti, influencer….che sia invidia perché non invitata? L’accanimento verso chiunque sia dall’altra parte politica, sta diventando stucchevole”, “Scritto da colei che combatte l’odio sui social e poi lo fomenta quotidianamente con post con un unico bersaglio. Hai davvero stancato Selvaggia”.

Una ragazza azzarda anche un paragone tra Selvaggia Lucarelli e Matteo Salvini, facendo leva sull’esperienza della giornalista come membro della giuria di Ballando con le stelle, pur non essendo un’operatrice di quel settore: “Mi sembra che anche tu non c’entri nulla con il ballo e ti hanno dato il ruolo di giudice a Ballando. Dai su meglio che cambi discorso ogni tanto”. Matteo Salvini, nonostante le polemiche, si è goduto la proiezione del film di Claudio Noce in compagnia della sua fidanzata Francesca Verdini. “Sono qui per trascorrere tre ore di relax, godermi un bel film, fare contenta Francesca – le cose intelligenti le decide sempre lei – passare una bella serata. Mi aspetto di divertirmi, a me Favino come attore piace molto”, ha detto Salvini, prima di entrare in sala.