Lampedusa riprende l’invasione: 191 migranti sbarcati in poche ore. Il 60% viene dalla Tunisia


 

Sono 191 i migranti sbarcati stamattina a Lampedusa nel giro di poche ore. Dunque, con il ritorno di migliori condizioni meteorologiche, è terminata la breve tregua concessa dal maltempo. I 191 migranti sono arrivati sull’isola con due diversi sbarchi molto ravvicinati.

A Lampedusa riprendono gli sbarchi di migranti

Il primo barcone arrivato aveva a bordo 113 tunisini, molti dei quali minori non accompagnati. L’imbarcazione è stata intercettata dagli uomini della Guardia di finanza e della Capitaneria di porto, come avvenuto poche ore dopo con un’altra barca che stavolta trasportava 78 migranti provenienti principalmente dall’area sub sahariana. Dunque, anche questo sbarco conferma l’impennata di migranti che arrivano in Italia dalla Tunisia, Paese che è considerato sicuro e i cui cittadini, quindi, in generale, non possono accampare titoli per l’asilo o la protezione internazionale.

L’hotspot e la nave quarantena

Tutti i migranti arrivati a Lampedusa sono stati condotti nell’hotspot di contrada Imbriacola, dove prima degli arrivi di oggi gli ospiti erano una cinquantina. Intanto, a Lampedusa è arrivata anche Gnv Azzurra, la nave quarantena che è ormeggiata a Cala Pisana dove è rimasta in attesa di istruzioni. Sul traghetto di linea, invece, stamani le forze dell’ordine hanno imbarcato 51 migranti con destinazione Porto Empedocle.