Il raid dei fratelli marocchini: coppia aggredita coi tirapugni

Arriva da Agropoli, in provincia di Salerno, la notizia di una brutale aggressione commessa nei confronti di due fidanzati, presi di mira da una coppia di stranieri.

L’episodio alcuni giorni fa, intorno alle 23.00.

Le vittime, due 21enni, si trovavano seduti su una panchina in via Pio X, a poca distanza da un liceo, quando sono stati avvicinati da un magrebino che ha chiesto loro il favore di aiutarlo a cambiare delle banconote. Il 21enne si è dunque alzato, invitando lo straniero a seguirlo in una pizzeria nelle vicinanze dove effettuare l’operazione, senza sapere di essere finito in una trappola. Una volta cambiate e consegnate le monete al nordafricano, il giovane è stato raggiunto da un altro straniero, che lo ha subito aggredito sotto gli occhi della fidanzata.

Bloccato da uno degli extracomunitari, il 21enne è stato barbaramente pestato con un tirapugni e violenti calci.

A porre fine al massacro l’intervento di alcuni residenti, allarmati dalle grida. Temendo l’arrivo delle forze dell’ordine, gli aggressori sono scappati con il loro bottino, riuscendo a far perdere le loro tracce. I due fidanzati, invece, sono stati soccorsi da alcune persone, che hanno naturalmente contattato le autorità locali.

Accompagnato in ospedale, il 21enne ha ricevuto le dovute cure. Per lui una prognosi di 10 giorni.

Del caso si stanno ora occupando i carabinieri, che dovrebbero aver già identificato i responsabili. Si tratterebbe di due fratelli – uno dei quali ancora 17enne – di nazionalità marocchina.

Sconvolti per quanto accaduto, i cittadini di Agropoli chiedono maggiore sicurezza, invocando anche l’installazione di telecamere di sorveglianza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.