Il coronavirus arriva in Libia, migranti in fuga verso l’Italia: non si fidano della loro sanità