Hyperloop, il treno a levitazione magnetica per fare Milano Torino in 7 minuti a 1.200km/h

“Sulla Tav i giochi sono fatti. Ho già dichiarato che quella è una partita chiusa. E, nel frattempo, vi invito: iniziamo a parlare di Hyperloop. Una infrastruttura futuristica che collegherà Torino e Milano in una manciata di minuti, creando così le condizioni concrete per una reale macroregione. A questo stiamo già lavorando, in accordo con il sindaco Sala”. Le parole del sindaco di Torino, Chiara Appendino, riaccendono i riflettori sulla possibilità, sempre più concreta di un super treno che colleghi Mi-To in sette minuti.

Hyperloop, il “treno” a levitazione magnetica
Hyperloop, il “treno” a levitazione magnetica del fondatore di Tesla Elon Musk, tecnologia che per il momento è solo un prototipo. Se ne è parlato per la prima volta già durante l’estate. Nel pomeriggio di giovedì 18 luglio Chiara Appendino e Beppe Sala, durante un incontro, avevano “convenuto di analizzare congiuntamente l’opportunità offerta dall’hyperloop”.

Non è la prima volta che si prospetta uno sbarco del prototipo in Italia: a fine giugno sulle colonne de Il Sole 24 ore era apparso un articolo in cui si diceva che ci sarebbero degli studi di fattibilità in sede avanzata per sperimentare la tecnologia e, pur non svelando i percorsi, il quotidiano aveva riportato che erano state avviate delle trattative con esponenti del governo italiano per realizzare due tratte da circa 150 chilometri.

Roma Milano in 30 minuti
“Entro fine 2019 insieme alle Regioni interessate contiamo di annunciare due progetti di fattibilità per il nostro sistema di trasporto in Italia”, aveva spiegato sul quotidiano economico Bibop Gresta, co-fondatore e presidente di Hyperloop Trasportation Tecnologies. E proprio a fine giugno Gresta si trovava in Italia, diviso tra Rimini, Bologna, Torino e Milano per degli investor day: incontri durante i quali la società si è presentata a potenziali investitori.

Hyperloop, il prototipo del “treno” più veloce del mondo
Per il momento non sono state costruite intere strutture di Hyperloop ma solo prototipi funzionanti in scala 1:1 ma parziali. Inoltre la velocità massima finora raggiunta è ben lontana da quella di 1.200km/h promessa dai progettisti, che però resta l’obiettivo.

Il “treno” è composto da singole capsule spinte da motori lineari a induzione e compressori d’aria all’interno di tubi a bassa pressione. L’interno del tubo è tenuto a bassa pressione per minimizzare l’attrito, mentre le capsule si muovono su un cuscino di aria generato attraverso più aperture nella base.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.