Genova, stupro e botte contro 50enne: arrestati due sudamericani

Due sudamericani sono stati tratti in arresto dagli agenti della questura di Genova e risultano ora indagati per i reati di rapina, violenza sessuale e lesioni ai danni di una 50enne, mentre un terzo complice, riuscito a fuggire, è tuttora ricercato.

L’episodio si è verificato durante la notte dello scorso mercoledì, tra le pareti di un appartamento sfitto occupato abusivamente a San Fruttuoso (Genova), dove la vittima è stata attirata con l’inganno. Dopo aver fatto scattare la trappola, gli stranieri, dei tossicodipendenti noti alle forze dell’ordine, hanno stuprato la 50enne, che ha tentato di opporre resistenza e di fuggire.

Per questo motivo la donna è stata pestata a sangue dai sudamericani, che le hanno anche sottratto un cellulare ed una borsetta, rincorrendola poi per strada. È stato un passante a soccorrerla, occupandosi immediatamente di contattare telefonicamente le forze dell’ordine.

Giunti rapidamente sul posto, i poliziotti hanno arrestato due sudamericani di 20 anni, occupandosi di sottoporre l’appartamento ad un’accurata perquisizione. Qui sono stati rinvenuti lo smartphone e la borsetta sottratti alla 50enne, come riferito dalla stessa durante la ricostruzione dei fatti. Un terzo straniero risulta tuttora irreperibile ed è ancora ricercato dalle autorità.

Gli stessi stranieri sono ritenuti responsabili degli abusi sessuali commessi nei confronti di una 16enne, abbordata in discoteca e condotta nel medesimo appartamento di via Ayroli. Le delicate indagini risultano tuttora in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.