Firenze, centri sociali scatenati: scontri con la polizia, bombe molotov, lanci di bottiglie di vetro

 

Tensione, paura, scene da guerriglia. A Firenze centri sociali scatenati, estremisti in piazza. Una serata da incubo per una manifestazione non autorizzata e senza preavviso in questura. È infatti nata con un tam tam sui social. La protesta contro il Dpcm del governo Conte continua ad essere strumentalizzata da antagonisti e violenti, che si infiltrano. Figli di papà che giocano a fare i rivoluzionari, come etichettati da Giorgia Meloni.

Firenze, centri sociali: fermati alcuni militanti

Lancio di bombe carta, fumogeni, atti vandalici e ripetute cariche della polizia. Tre o quattro bombe molotov sono state lanciate contro la polizia durante gli scontri a Firenze, in via dell’Albero. Per questo sono state fermate quattro militanti dei centri sociali. I manifestanti, di diversa estrazione, si sono riuniti dopo che i negozi del centro, soprattutto quelli del lusso, avevano chiuso in anticipo e blindato le vetrine. I titolari degli esercizi commerciali, infatti, temevano saccheggi come quelli avvenuti in altre città.

Loading...

Lanci di bottiglie e cariche della polizia

In circa duecento si sono radunati per entrare in piazza della Signoria. Ma sono stati fermati dal cordone della polizia. Una parte si è allora spostata in piazza del Duomo, lanciando slogan contro il presidente del consiglio e accendendo fumogeni. La contrapposizione con i manifestanti, da parte dei quali è cominciato un lancio di bottiglie e altri oggetti, ha portato numerose cariche della polizia. Almeno sei, in particolare lungo via Calzaioli e nella zona dello shopping.

Barriere e bidoni rovesciati

E mentre alcuni dei manifestanti scesi in piazza con intenti pacifici preferivano abbandonare la protesta, altri hanno continuato nei disordini. Hanno fatto esplodere bombe carta, rovesciando fioriere e bidoni e lanciando bottiglie di vetro. La composizione della protesta sarebbe eterogenea, con presenze che vanno dall’estrema destra all’area dell’antagonismo. Alcune persone, almeno due, sono state fermate. Il centro storico di Firenze è stato messo a ferro e fuoco. Un’auto della polizia è stata danneggiata, sfondandone il vetro. Le forze dell’ordine hanno usato i fumogeni per disperdere la folla.

secoloditalia.it

Loading...