“Ecco i soprusi dei rom sulle persone anziane”: lo sfregio denunciato dalla Meloni


 

Vecchiette in balia di rom abusivi. Lo sfregio in Via Bolla, periferia nordovest di Milano, quartiere Gallaratese. Qui «due anziane signore sono state costrette a pagare la luce ad alcuni rom abusivi che, nella più totale illegalità, hanno deciso di allacciarsi alla loro fonte elettrica. A nulla sono valse le proteste e le denunce alla società di energia elettrica e all’azienda regionale delle case popolari, e intanto le nonnine continuano a pagare». È Giorgia Meloni dal suo profilo Fb a stigmatizzare lo scempio, purtroppo non isolato.

Meloni: «Vanno sgomberati subito»
«Uno dei tanti soprusi da parte di chi non ha alcuna intenzione di integrarsi, danneggiando delle persone anziane e vivendo in una casa messa in piedi con i sacrifici degli italiani». La soluzione è una soltanto, sindaco Sala permettendo: «Sgomberare subito chi occupa abusivamente: se non rispetti le regole non puoi rimanere impunito», sostiene Giorgia Meloni.

Il raggiro alle due nonnine
Le due anziane signore hanno 89 e 92 anni. Un giorno arriva loro la bolletta praticamente raddoppiata, poiché nel piano più in basso del palazzo, nei locali di servizio, i rom abusivi hanno rabberciato una precaria derivazione dai cavi che «succhia» per il proprio appartamento l’elettricità della donna anziana che vive lì sopra. Il «furto di energia elettrica» è un reato previsto dal codice penale e si potrebbe evitare, ancor prima che con una denuncia, con una semplice opera di prevenzione. È quel che alcuni inquilini anziani e regolari di via Bolla hanno chiesto all’Aler, poi all’A2a. Senza ottenere risultati. Tanta rabbia e rassegnazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.